Sanofi

Come funziona la tua pancia?

Come funziona

Prima di capire in che modo si generano i crampi e i dolori addominali, è importante conoscere dove si trovano i singoli organi nell'addome e la loro funzione.

Parte alta dell'addome
1Esofago

Dopo essere stato ingerito e masticato, il cibo si sposta lungo un tubo chiamato esofago. All'estremità inferiore e più profonda di questo tubo si trova uno sfintere, ovvero un anello a struttura muscolare che si rilassa brevemente per consentire al cibo di confluire nello stomaco. Normalmente però questo sfintere è completamente chiuso, per evitare che il reflusso di acido gastrico danneggi le pareti interne sensibili dell'esofago.

Parte alta dell'addome
2Stomaco

Lo stomaco accoglie il cibo e i liquidi ingeriti a cui si aggiungono potenti succhi gastrici di natura acida che servono a digerire gli alimenti. I muscoli (chiamata “muscolatura liscia”) che rivestono la parte inferiore dello stomaco miscelano il cibo con gli acidi gastrici, che liquefano i solidi e disgregano i grassi.

Parte alta dell'addome
3Pancreas

Il pancreas ha all'incirca le dimensioni e la forma di una piccola banana, e si trova nella parte superiore e posteriore dell'addome vicino alla colonna vertebrale. Produce un succo digestivo, composto da bicarbonati ed enzimi che vengono secreti nell'intestino per coadiuvare la disgregazione del cibo. Questi enzimi elaborano le proteine, i grassi e i carboidrati trasformandoli in molecole molto più piccole, in modo tale che il nostro intestino sia in grado di assorbirle. Il pancreas produce inoltre insulina ed altri importanti ormoni.

Parte alta dell'addome
4Fegato

Il fegato è la ghiandola più grande del nostro corpo e svolge una serie di funzioni che influenzano tutto il nostro organismo. Tutto il sangue che arriva dallo stomaco e dall'intestino passa attraverso il fegato, dove viene "processato". Inoltre, il fegato produce un fluido chiamato bile, che viene secreto nella cistifellea.

Parte alta dell'addome
5Cistifellea

La cistifellea è un organo che raccoglie la bile, un liquido amaro e scuro prodotto dal fegato che aiuta la digestione del cibo emulsionando i grassi. Quando è piena, la cistifellea ha all'incirca le dimensioni di un uovo. Anche se sottile, la parete della cistifellea è fatta di un tessuto muscolare sufficientemente robusto da contrarsi e spremere la bile all'interno dell'intestino tenue quando necessario.

Parte bassa dell'addome
6Intestino tenue

L'intestino tenue è un lungo tubo muscolare. L'intestino tenue di un adulto è lungo circa 6 metri; l'intestino tenue assorbe dal cibo la maggior parte dei nutrienti. La peristalsi, ovvero il movimento ondulare dei suoi muscoli lisci, spinge il cibo digerito per tutta la sua lunghezza. Questo movimento viene coordinato da una fitta rete di nervi all'interno delle pareti del muscolo.

Parte bassa dell'addome
7Intestino crasso

L'intestino crasso assorbe i restanti nutrienti del cibo digerito che non sono stati assorbiti dall'intestino tenue, da cui rimuove inoltre l'acqua in eccesso. Se la peristalsi - il movimento ondulare dei muscoli lisci che spinge lentamente la materia di scarto lungo l'intestino crasso - si arresta o rallenta, gli scarti non possono essere eliminati, provocando così costipazione. Se gli scarti vengono spinti attraverso il colon troppo velocemente, (ad esempio a causa dei crampi) l'acqua in eccesso non viene rimossa, provocando così diarrea.

Parte bassa dell'addome
8Reni

Posizionati all'estremità posteriore dell'addome, i reni filtrano il materiale di scarto dal sangue. I reni utilizzano un processo fisico-chimico denominato "osmosi" verso il sangue, per estrarre sali, acidi e altre sostanze indesiderate. Diversamente da altri organi presenti nell'addome, i reni non necessitano di contrazioni muscolari per svolgere la loro funzione.

Parte bassa dell'addome
9Organi riproduttivi (femminili)

Gli organi riproduttivi femminili si trovano in prossimità e di fronte all'estremità finale del colon, al di sotto e dietro l'intestino tenue. Fra la pubertà (all'incirca tra i 10 e i 16 anni) e la menopausa (circa 50 anni), l'utero, le tube di Falloppio e le ovaie producono ormoni sessuali e rispondono ai cambiamenti di livello di questi ormoni con il ciclo mensile. Le mestruazioni, ovvero i sanguinamenti che si verificano nelle donne ogni mese, fanno parte del ciclo mestruale. Il ciclo inizia il primo giorno delle mestruazioni. Il ciclo mestruale medio è di 28 giorni. Durante le mestruazioni possono verificarsi crampi all'interno dell'utero e negli organi addominali circostanti.

1
2
3
4
5
6
7
8
9

Digestione
e crampi addominali

Ora che abbiamo compreso come funzionano alcuni degli importanti organi presenti nel nostro addome, possiamo cercare di capire in che modo si sviluppano i dolori addominali.

1
2
3
4
5
6
7
7
8
Muscolatura liscia

L'intero processo digestivo è molto complesso. La normale digestione dipende dalla capacità dell'organismo di spingere delicatamente il cibo attraverso il tratto digerente, miscelandone con cura i contenuti. Questo accade attraverso la contrazione di più strati di muscolatura liscia, uno longitudinale e uno circolare, che lo attraversano in tutta la sua lunghezza.

Peristalsi

Lo stomaco, l'intestino tenue e l'intestino crasso, sono organi cavi dotati di muscolatura liscia. Grazie ad una contrazione muscolare ritmica e ondulare meglio nota come peristalsi, il cibo viene delicatamente spremuto, disgregato e spinto lungo il tratto digerente. L'intero processo avviene senza che noi ce ne accorgiamo. Infatti, normalmente non sentiamo minimamente queste contrazioni.

Come funziona Buscopan®

7
8
9
10
Fermare i crampi per fermare il dolore

Una volta ingerita, la compressa di Buscopan® si sposta lungo il tratto digerente. Qui, Buscopan® interrompe il segnale che dice ai muscoli gastro-intestinali di contrarsi per dare origine al crampo. I muscoli riescono a rilassarsi, il dolore si placa e il processo di digestione torna alla normalità.

Le origini di Buscopan®

Buscopan®: cura efficace contro il dolore da crampi addominali

Nel corso delle ricerche effettuate per trovare una cura efficace contro il dolore da crampi addominali, Boehringer Ingelheim ha tratto insegnamento dalle arti di guarigione delle più antiche culture del mondo. I medici dell'antica cultura Indù conoscevano gli effetti antispastici di un derivato della Duboisia. Oggi, la storia di Buscopan® ha inizio ad Ingelheim, in Germania, dove le piante della preziosa Duboisia vengono coltivate in serra. Queste piante vengono fatte crescere affinché siano resistenti ai nematodi e ai coleotteri. I semi migliori vengono raccolti e quindi trasportati alle piantagioni in Sud America ed Australia, per un'ulteriore raccolta in-situ. Qui, i cespugli crescono su larga scala.

L’alcaloide scopolamina - importante dal punto di vista farmaceutico - contenuta nelle foglie e negli steli essiccati, viene isolata e purificata. Infine, la scopolamina, la sostanza precursore attiva, viene convertita in un singolo processo chimico in butilbromuro di joscina, il principio attivo di Buscopan®.

Nel 1951, il medicinale era pronto per essere prodotto e commercializzato. Buscopan® è stato lanciato sul mercato nel 1952. Oggi, con oltre mezzo secolo di comprovata esperienza nel campo dei trattamenti antispastici, Buscopan® è un medicinale per il mal di pancia e i crampi addominali molto conosciuto e ritenuto uno dei leader di vendite a livello mondiale nella categoria degli antispastici.

Tu, protagonista della tua salute
Uwell semplifica il tuo rapporto con la salute e ti aiuta a vivere in modo più sano

Scopri Uwell
X